Chiara Ferragni, dietro ad una bottiglietta d’acqua c’è un mondo inesplorato dall’ignoranza del qualunquismo e della gelosia

Quest’oggi parliamo di un fatto risalente a qualche mese fa se non un anno fa: la bottiglietta d’acqua ad 8 euro di Chiara Ferragni.

Un costo eccessivo per 0,5 l di H2O ( fa più chic di dire acqua visto il costo?). Ma Chiara Ferragni perchè ha fatto questo prodotto e perchè è così costoso? Ma la domanda principale che si sono posti gli utenti : Perchè la gente la compra?

Si è vero è semplicemente e naturalmente acqua e la casa produttrice principale non è la biondina di Instagram ( come la soprannominano in molti) ma è prodotta dagli stabilimenti della Evian.

La mia ambizione arriva da una grande fiducia in me stessa, che ha saputo infondermi mia madre. Venditrice di moda, appassionata di fotografia, è sempre stata un modello. A noi figlie diceva sempre che eravamo belle, e che potevamo arrivare dove volevamo: bastava non porsi limiti. Da bambine ci ha scattato migliaia di foto, fatto centinaia di filmini. Ci inseguiva con un cesto dove teneva macchina fotografica e telecamera. Poi organizzava il tutto in album ordinatissimi, dove sceglieva primi piani e dettagli. Diceva che un giorno le saremmo state grate per tutto questo lavoro e aveva ragione. Io, poi, sono diventata come lei.

L’ascesa dal The Blonde Salad

Nell’ottobre del 2009 apre un blog dedicato alla moda e intitolato The Blonde Salad, con la collaborazione del suo fidanzato Riccardo Pozzoli. Il blog viene aperto nonostante la ritrosia iniziale di Pozzoli, geloso delle foto della sua ragazza diffuse su Internet. Egli, tuttavia, cambia idea dopo essersi trasferito negli Stati Uniti per frequentare a Chicago un master di marketing. Così invita Chiara a dedicarsi al fashion blog fotografandola in prima persona.

L’investimento di 500 euro per un dominio ed una macchina fotografica segna dunque una scalata al successo inimmaginabile per la ragazza acqua e sapone dotata di una chioma bionda ed occhi azzurri.

L’uso del blog iniziale era una sorta di diario pubblico dove scriveva cosa faceva e come si svolgeva la sua vita tra le strade di Milano. Dopo qualche mese però, la nicchia del Blog passa al Fashion e all’outfit della ragazza. Consigliando e mostrando cosa comprava e come vestirsi diventando così un punto di riferimento per le ragazze vogliose di vestirsi alla moda.

Chiara e Pozzoli si lasciano ma la collaborazione lavorativa prosegue.

Una scalata che ha preso il via quando da un semplice blog, le visite del sito arrivavano a più di un milione al mese portando dunque un fatturato con le compagnie pubblicitarie che ogni singolo sito può sottoscrivere ( adsense, eAdv etc).

Un patrimonio dunque che col passare del tempo cresce fino a quando non riesce a creare un suo marchio personale di scarpe con le quali viene invitata come ospite agli Mtv Trl Awards e presenta la sua prima linea . Il suo marchio cresce con il passare degli anni. Nel dicembre del 2011 Chiara viene segnalata come blogger of the moment da “Vogue”, visto che The Blonde Salad ogni mese ottiene più di un milione di visite e una media di dodici milioni di pagine viste.

Seconda metà del 2010 l’ascesa definitiva

Nel 2016 la Ferragni è testimonial di Amazon Moda e global ambassador di Pantene. Posa poi senza veli per l’edizione di “Vanity Fair” degli Stati Uniti, che consacra un personaggio che vanta più di otto milioni di follower sul suo account Instagram. E’ anche per questo motivo che “Forbes” la inserisce nella lista dei trenta artisti europei con meno di trent’anni più importanti.

Nello stesso periodo, la fashion blogger cremonese intraprende una relazione sentimentale con il rapper Fedez. La popolarità dei due, soprattutto sui social network, cresce anche grazie alla loro immagine di coppia.

Nel 2017, il giorno prima che Chiara compia 30 anni, il cantante le chiede di sposarlo con una proposta di matrimonio organizzata nel corso di un suo concerto, a Verona. Chiara Ferragni, emozionatissima, accetta.

Nel mese di luglio raggiunge la cifra di 10 milioni di follower su Instagram, diventando la celebrità italiana più seguita al mondo. Pochi mesi dopo, alla fine di ottobre si diffonde la notizia della sua gravidanza: il figlio di Chiara e Fedez si chiamerà Leone.

Nell’estate del 2019 (superata la quota di 17 milioni di follower) viene realizzato “Chiara Ferragni – Unposted”, un film documentario sulla sua vita. La regista è Elisa Amoruso, prodotto da MeMo Films con Rai Cinema, il lavoro viene presentato nella Selezione ufficiale – Sezione Sconfini durante la 76ª Mostra di Venezia. Arriva nelle sale italiane come evento speciale tra il 17 e il 19 settembre.

Instagram e Pubblicità, stipendi lussuosi

Tornando al discorso Social e specialmente Instagram, oramai è noto che chi ha tanti follower possono usufruire della piattaforma come un vero e proprio lavoro. Nelle storie che pubblica infatti, posta molti prodotti “taggando” la casa produttrice. Un accordo stipulato nero su bianco con grandi aziende tipo Chanel, Pantenne e molte altre oltre al suo marchio unico di prodotti di bellezza.

La tendenza ti fa guadagnare se sei una brava attrice pubblicitaria. Non contano dunque più gli spot in tv che si sono evoluti cercando utenti da 10.000 e più follower che possono mettere lo ” SwpeUp” con un collegamento diretto al sito della casa produttrice.

Molti ignorano il fatto che non tutto cade dagli alberi ma che il successo si crea grazie all’imprenditoria su stessi facendo scelte intelligenti e funzionali. Per questo esistono anche molti corsi che ti formano su come utilizzare i social media.

Il futuro non è più così lontano, oramai internet ha donato e creato lavoro a molti giovani che navigano in stipendi medio alti a secondo delle loro capacità.

Un fattore che non è ancora visto di buon occhio da un operaio che si alza alle 4 del mattino per il turno in fabbrica e che potrebbe fare un paragone di fatica e sacrifici verso chi intraprende questo viaggio virtuale.

Un viaggio che però stipula contratti e ormai anche vip calcolando molti influencer del colosso mondiale dove saltano da un telefonino ad uno schermo ( Vedete il Gf Vip o comici del calibro di Geppo di Roma).

Categorie: Trend